giovedì 23 luglio 2009

Mi chiameranno 'dottoressa'

E ancora non riesco ad abituarmici.
Ieri ho chiamato al telefono il mio professore di storia e filosofia del liceo, genio indimenticato e indimenticabile.
Mi ha detto che, d'ora in poi, ci saremmo dati del tu: lui Piero, io Giulia.
"Ora siamo uguali", ha detto, trascurando il fatto di avere trent'anni di carriera come professore liceale alle spalle e una cultura mostruosa lui, appena tre anni di lavoro e una testa funzionante io.
Misteri della laurea.

Ieri sono stata me stessa, come se stessi affrontando un qualunque esame universitario o colloquio lavorativo: cordiale, sorridente ma mai ammiccante, sicura di me stessa, logorroica.
Tutto sommato, posso dire che ha funzionato: centodieci cum laude.

E ancora non riesco a capacitarmene.