lunedì 29 settembre 2008

Miss Piggy sull'Isola dei Famosi

Lei, pseudo-pinup de noantri, rediviva Marilyn Monroe made in Sardinia, finta platinata e finta occhiblu, sbarca sull'Isola più criticata d'Italia, complice la dipartita dal gioco di un bruno e fisicato tronista (al secolo, Lago Giuseppe, ndr). E' un evento storico, dopo che Simona peldicarota ha passato le scorse sette edizioni ad implorarne la partecipazione. Ed ora, eccola lì.
Tacco dieci, abito da sirena che abilmente ridisegna una silhouette appesantita facendola vagamente somigliare a quella photoscioppata nel buon nome della Lambretta (vedi foto sotto).


Occhi bovini e vocali aaaaaapertissime.
Un po' svampita e divertente come da copione.

Il tocco di carne - e di ironia - che mancava a quest'edizione.

Che fra oche, tigri e colombi - la coppia Mallman-Tumiotto - non si fa mancare proprio nulla.
Incluso il clone gay di Enzo Paolo Turci, non famoso molto benvoluto dai vipppsss, e la versione appena più stagionata di Lori del Santo, l'intelligente e riflessiva Michi Gioia.

A vederla sorridente e impacciata tentare di accendere un fuoco senza nemmeno sfregare due legnetti, tentando di preparare un porceddu arrosto per gli altri 'naufraghi', mi sovviene un dubbio raccapricciante: che sia stata mandata lì all'unico scopo di sfamare i suoi compagni?

Certo che con quei prosciutti...

Nessun commento: