lunedì 23 giugno 2008

Udite, udite

Ho trovato casa.
E non una casa qualsiasi, di quelle un po' anguste, abitate solo da studenti più o meno fuoricorso e affittate da usurai legalizzati, no.
Una VERA casa.
Con porte, pareti, spazi vitali ariosi, luce.
E non con studenti sbarbatelli e casinisti.

A darci asilo sono due piccole famiglie straniere: una di un egiziano sposato con polacca e l'altra di una cortese coppia di rumeni.

Si inizia una nuova fase, eccitante, ricca e multiculturale.

4 commenti:

Angelica ha detto...

Meno male!
Buona Fortuna!!

Cris ha detto...

Fico! Casa nuova multiculturale!
Ed è anche bello che siano degli stranieri a darti la casa :)

Quindi buon (ennesimo) trasloco

Giulia ha detto...

In questo momento, ho più fiducia negli stranieri che negli italiani.
Ed è proprio vero che la casa è molto rappresentativa di come siamo noi :)

Prima notte infernale, non sono abituata ai cuscini troppo sottili.
Ma tanto, stasera, vado dall'Hombre Desejado aka Denis a recuperare il mio alto, soffice, cuscino di piume :D

Matra ha detto...

Auguri per la nuova casa!
matra