giovedì 12 giugno 2008

Sensualità made in China

No, questa non è una copia riuscita male della nostra.
Non credo di sbagliarmi quando dico che Gong Li è una delle attrici più belle del pianeta.
La delicatezza del viso, la piccola rotondità ideale delle labbra, il seno florido, così poco cinese, il nero liscio della chioma.

Una donna spettacolare, oltre che un'ottima attrice.

Per scoprirla, vi basti ammirarla in Addio, mia concubina e in Lanterne rosse, nei panni della perfida geisha Matsumoto in Memorie di una geisha, stretta nei sontuosi corsetti di La città proibita dell'ex compagno Zhang Yimou, oppure nell'episodio firmato da Wong Kar-Wai in Eros, misconosciuto e delicato affresco sull'amore a sei mani (Antonioni, Soderbergh, Kar Wai), a malapena passato per i cinema italiani.
Nell'episodio di Kar Wai, intitolato 'La mano', lei è una sontuosa entreneuse la cui mano segna il destino di un giovane che sogna di diventare sarto.


Sensuale più che mai.



Nessun commento: