mercoledì 7 maggio 2008

Rosa di maggio

ci vuole tanto, troppo coraggio.
Ma tu lo hai, più ora che in passato.

Scusa la citazione di Andrè, che non c'entra nulla, ma mi piaceva la rima.

Credo sinceramente che la seconda parte della tua vita sarà più felice e gratificante della prima.
In questi ultimi tempi ti vedo radiosa, malgrado tutto.
Hai finalmente preso in mano la tua vita: che questo possa causare scompensi e senso di smarrimento iniziali, è più che comprensibile.
Ha ragione Gianni: sei bella.
Il tuo viso non porta le ferite dei recenti avvenimenti.

Un estraneo ti guarda e vede solo una signora di mezza età con poche rughe e il viso rubicondo, il sorriso tenero e la magica disinvoltura che solo tu hai.
Io vedo la donna, prima che la madre.

Sarà che si stanno piano piano invertendo i ruoli, sarà che mi sento in dovere di prendermi cura di te, sarà che ti conosco fin troppo.
Stai avendo il coraggio di rimetterti in discussione a 54 anni, e non è da tutti.
Hai idee, progetti, speranze.
Lotti per la vita, come milioni di altre persone al mondo.
Con dignità, allegria e un pizzico di fede nel fato, che non guasta mai.
Solo che ora il fato sei tu.


Ti ammiro.

PS: ah, auguri per i tuoi 54 anni.

54 anni e sei nata nel '54.
Quest'anno sarà magico.

2 commenti:

Berenice ha detto...

:° :) :******

Gina ha detto...

Mitica Bereniceeeee, (madre di questa piccola peste) AUGURIIIIII!!!
Anch'io credo che quest'anno sarà magico! Evvaaaaai! ;-)