lunedì 24 marzo 2008

La politica di oggi

A scrivere alla posta di Michele Serra sul Venerdì di Repubblica del 21 marzo 2008 è una ventunenne come me.

Che riesce con efficacia, semplicità e passione a riassumere il mio - il nostro - sentimento verso la politica italiana.
Di sfiducia, ma di speranza nella democrazia.

Dedico questa lettera a chi crede ancora nel diritto di voto, unico potere reale nelle mani del cittadino.

Non spegniamoci.

2 commenti:

Stefano ha detto...

L'avevo letto, ormai da qualche giorno. Mentre lo leggevo, mi sei venuta subito in mente. Ciao, e accesi stiamo :P

Musik ha detto...

So che potrà sembrare gossip, ma la signorina autrice della lettera è conosciuta, nella mia città d'origine, come una gran bella ragazza di cui conosco la sorella. Ih ih ih.