lunedì 27 agosto 2007

Cinque buone ragioni per NON avere un padre gay

1. Se è gay dichiarato, e il suo 'vizietto' è il segreto di pulcinella, potreste farvi venire il voltastomaco - o peggio, il diabete - vedendo uscire di casa lui e il suo compagno vestiti come gemellini: stesso colore di polo, stessi bermuda chiari, stessi sandali aperti in pelle.

E magari un solo borsello per tutti e due: perchè i soldi sono patrimonio in comune, così come il gusto per la moda.

2. Non è un luogo comune che i gay si curino molto del proprio aspetto. Troppo.
Alla lunga, trovare nel bagno creme e cremine per le rughe, la panza, le mani screpolate, potrebbe provocarvi saturazione quanto intolleranza ai cosmetici. Anche i vostri.

3. Che sia gay dichiarato o meno, state pur certi che, ad ogni ricorrenza, tenderà a regalarvi ciò che piacerebbe a lui ricevere se fosse donna.

4. Se dichiarato, dopo tante risate vi annoierete a forza di sentirlo fare l'imitazione di sè stesso.
Vezzi, parlata e braccia in posizione improbabile inclusi.

5. I suoi amici sono esilaranti. Ma non ce n'è nessuno papabile.

(Avvertenze per l'uso: queste ragioni si basano su vita vissuta. Non hanno alcuna pretesa di neutralità e, malgrado le apparenze, sono dettate da forte affetto nei confronti del soggetto incriminato)

Nessun commento: