venerdì 6 aprile 2007

Essere donna

E' da tre giorni che ci siamo spostati in un appartamentino gentilmente offertoci dal gentile e occhialuto compagno di mio padre.
E così ci siamo ritrovati in un nido tutto nostro, anche se a scadenza, con televisore al plasma, divano di pelle rossa e lettone king size.
Un posto dove stare pigramente stravaccati e avvinghiati mangiando pane e provolone e guardando I Simpson.
Un uomo con il quale stare stesi a letto leggendo lui i Grandi Classici Disney, tu Vanity Fair.
Pronti, al minimo impulso, a lanciare il più lontano possibile letture e inibizioni.

4 commenti:

Anonimo ha detto...

uh,cacchio, ti seguo da anni e son riuscito a perdermi il tuo trasferimento evolutivo.mannaggia.

leggendo il tuo ultimo post da diavola mi chiedevo a quale categoria io potessi appartenere tra commentatori appassionati,lettori silenziosi e riflessivi, guardoni un po' morbosi,accusatori con le mani che prudono, infami e perditempo.forse di tutto un puego.mi faccia sapere lei signorina.

Un Emerito Imbecille

ps: sono anonimo ma firmato, paradosso, vedi tu se la cosa è accettabile o meno.

Cristian ha detto...

Grandi gusti letterari il tuo uomo!
approvo :)

katecoak@hotmail.com ha detto...

:).
non ho altro da aggiungere.

cate

(psst psst. nuovo blog anch'io, faccia di tolla: http://ventisei.splinder.com. :)

Anonimo ha detto...

"Quella che ama la vita, e la fase stoica l'ha passata da un pezzo. Quella che mai e poi mai si suiciderebbe."

Si dice che solo gli stupidi non cambiano mai idea.
Riconsidera il suicidio.

Bacionissimi!

Claudia Lutherblisseth
- La Coscienza Morale del Web -